Glossario / F

Fabbrica di pasta legno 
Un impianto per la produzione di cellulosa meccanica tramite macinatura.

Fanghi di caustificazione 
Fanghi di carbonato di calcio (CaCO3) formatisi durante la preparazione del liscivio bianco nel processo chimico di riduzione in pasta.

Fibra corta 
Applicabile alla carta o alla cellulosa contenente una percentuale elevata di fibre di legno corte.

Fibra primaria 
Vedi Fibra vergine.

Fibra riciclata 
Fibra ottenuta dalla carta di recupero; anche detta fibra secondaria (cfr. fibra vergine).

Fibra secondaria 
Vedi Fibra riciclata.

Fibra vergine 
Fibra di legno mai utilizzata in precedenza per fabbricare cellulosa, carta o cartone. Anche detta fibra primaria (cfr. fibra secondaria).

Fibrillazione 
Un cambiamento strutturale che si verifica nelle pareti delle fibre della cellulosa chimica durante la raffinazione.

Filaccia 
Fibre ubicate nello strato interno della corteccia degli alberi e nelle parti esterne di altre piante fibrose e legnose.

Filigrana 
Disegno simbolico, lineare e stilizzato, leggibile guardando in trasparenza il foglio di carta. La pasta di carta, stesa e fatta gocciolare sulla forma, nell’asciugatura restava più sottile nei punti segnati da fili di ottone, lasciando la traccia del disegno. Verso la fine del XVIII secolo, entrarono in funzione le macchine continue, la filigrana della carta venne realizzata per pressione, in modo più meccanico, ma con effetti non dissimili dai precedenti. In epoca moderna, soluzioni tecnicamente molto raffinate nelle filigrane vengono ricercate per evidenziare la marchiatura di stato nelle carte valori.

Filigrana a pressione 
Filigrana seminaturale realizzata nella sezione a presse piane della macchina continua, utilizzando rulli incisi mentre il nastro di carta è ancora umido.

Filtro elettrostatico 
Utilizzato per eliminare fumi e gas derivanti dal processo di produzione. Elimina dal 99,5 al 99,8% delle particelle di polvere emesse da caldaie di recupero, forni da calce e caldaie a corteccia.

Finitura a vapore 
Un modo per trattare la carta prima della calandratura per migliorarne la densità e la lisciatura superficiale.

Finitura lino 
Imitazione della consistenza del lino, impressa sulla superficie della carta.

Finitura opaca 
Finitura grezza conferita alla superficie della carta e del cartone.

Finta pergamena 
Carta senza pasta legno che viene prodotta tramite la macinatura fine e prolungata di determinate paste di cellulosa chimica e/o l’aggiunta nella miscela di additivi speciali. Di conseguenza alla macinatura "vischiosa", la struttura delle fibre si chiude in modo omogeneo. Viene utilizzata, ad esempio, per avvolgere carne e salumi o come supporto ondulato per il confezionamento dei biscotti.

Flano in cartone 
Carta simile a cellulosa, di tipo patinato.

Formatura di nastro di carta multistrato 
Applicata di norma ad una macchina per cartone, su cui vari nastri di carta vengono abbinati per formarne uno solo.

Forno da calce 
Utilizzato per bruciare nuovamente i fanghi di caustificazione (carbonato di calcio – CaCO3) per formare ossido di calcio (CaO), che può essere riutilizzato.

Frazione 
Un componente di una miscela che può essere separato sulla base di una o di alcune proprietà.