Il vento del 2000

Litografia Giubileo, 2000

In occasione del Giubileo, Burgo omaggia i suoi clienti di una litografia realizzata dall’artista appositamente per il gruppo in edizione limitata: "Il vento del 2000". Un’opera che sospinge il nuovo secolo e gli dà il benvenuto.
 

 


Francesco Casorati

Francesco Casorati nasce a Torino nel 1934.
Figlio d’arte, ricerca e trova però una sua autonomia e cifra stilistica personale. II giovane pittore segue due filoni di poetica, I'uno in diretto proseguimento dell'istinto disegnativo infantile, I'altro a modificazione di questo «istinto» messo a contatto con la «cultura» figurativa, intesa nel senso più ampio del termine.
Nel 1950, sedicenne, collabora a «Noi Giovani», una rivista ciclostilata, in attività dal 1948, diffusa soprattutto a Torino, Roma e Venezia. Diretta da Aldo Carrocci, ospita interventi di Alberto Ninotti, futuro giornalista, di Alberto Ca' Zorzi, oggi regista televisivo; dei pittori Mauro Chessa, Ruggero Savinio e Francesco Tabusso. Nel 1956 espone alla Biennale di Venezia tre suoi olii.
Dal 1956 al 1957 trascorre un periodo di lavoro ed esperienza a Parigi. Dal 1959 al 1975 insegna al Liceo Artistico di Torino e dal 1975 all'Accademia Albertina di Belle Arti, dove è titolare fino al 1985 della Cattedra di Decorazione.
Casorati si afferma sia come pittore sia come incisore e partecipa a importanti esposizioni.
I contenuti della sua arte vengono influenzati negli anni '60 dal suo impegno politico; ma presto sviluppa una nuova ricerca, in cui l'attualità di esprime attraverso situazioni cronologicamente irreali: I'uomo è assente e figure di animali "metafisici" giocano di fatto parti che non dovrebbero loro competere. La simbologia di cui si serve, facilmente decifrabile, affonda le radici e si ricollega al mondo dell'infanzia: in esso Casorati individua lo spazio più consono all'espressività della propria poetica, che non può rinunciare a valori «estetici» e lirici.

www.arte2000.net/artisti/casorati/ita/home_ita.htm

Francesco Casorati